Stagione di prosa 2019/20 al Teatro Ventidio Basso

Il Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno annuncia la nuova stagione di prosa 2019/20 promossa da Comune di Ascoli Piceno e AMAT. Sedici serate di spettacolo per otto titoli, appuntamenti imperdibili con i protagonisti assoluti della scena animano il cartellone che prende avvio a ottobre per completarsi a marzo e che offre esperienze di evasione e riflessione tra teatro, danza e musical.

La Divina Commedia. Dall’Inferno al Paradiso, una creazione di Emiliano Pellisari per Nogravity Theatre, è attesa il 12 e 13 ottobre per l’inaugurazione della stagione. L’eccezionale spettacolo di danza acrobatica propone la trilogia di Dante con sei straordinari danzatori-acrobati che conducono lo spettatore in un viaggio dell’anima attraverso il teatro dell’incredibile. Con le coreografie originali e misteriose di Mariana Porceddu, sorprendenti figure infernali si compongono come d’improvviso, per uno spettacolo che riunisce in sé sette anni di lavoro di ricerca e tre singoli spettacoli (Inferno, Cantica, Paradiso), ora insieme in un continuum organico, al pari delle tre parti della Commedia Dantesca.

Il 22 e 23 ottobre è la volta di Un tram che si chiama desiderio di Tennessee Williams. Il dramma, premio Pulitzer nel ’47, è affidato alla regia di un grande maestro di fama internazionale Pier Luigi Pizzi, fondatore con Giorgio De Lullo, Romolo Valli e Rossella Falk della “Compagnia dei giovani”. Il ruolo di Blanche Du Bois è assegnato a Mariangela D’Abbraccio, grande interprete del nostro teatro e quello di Stanley Kowalski a Giulio Corso, talentuoso attore emergente.

L’anima buona di Sezuan di Bertolt Brecht con Monica Guerritore, vera e propria signora della scena nel doppio ruolo della buona prostituta Shen-Te e del suo perfido ed inventato cugino giunge ad Ascoli Piceno il 13 e 14 novembre. La regia è curata dalla stessa Monica Guerritore, ispirata alla versione che Giorgio Strehler diresse nell’81 al Piccolo. Un nuovo allestimento – pensato per la contemporaneità teatrale che ci circonda – ma con un legame strettissimo all’immenso patrimonio della tradizione milanese. “Ne L’anima buona – afferma l’attrice – c’è tutta la tenerezza e l’amore per gli esseri umani costretti dalla povertà e dalla sofferenza a divorarsi gli uni con gli altri ma sempre raccontati con lo sguardo tenero di chi comprende . Teatro civile, politico, di poesia”.

Franco Branciaroli e Roberto Herlitzka, diretti da Antonio Calenda, danno vita il 7 e 8 dicembre con Falstaff e il suo servo a una nuova, inedita coppia teatrale, che, tra dramma e commedia, evoca le avventure di Falstaff e le burle di cui è vittima. Creazione originale ispirata ai drammi shakespeariani, lo spettacolo di Nicola Fano e Antonio Calenda (anche regista), racconta Falstaff non solo quale protagonista de Le allegre comari di Windsor, ma anche per il suo ruolo nelle parti I e II di Enrico IV e nell’Enrico V in uno spettacolo comico e drammatico insieme: una cavalcata nelle atmosfere shakespeariane, rielaborate per un pubblico di oggi, in grado di cogliere l’eternità del duello tra Caso e Ragione.

A che servono gli uomini in scena il 25 e 26 gennaio è una commedia musicale scritta da Iaia Fiastri, commediografa di successo e storica collaboratrice della premiata ditta Garinei e Giovannini con la quale firma, tra gli altri, Aggiungi un posto a tavola, Alleluja brava gente e Taxi a due piazze. La protagonista di questo nuovo allestimento è Nancy Brilli, attrice di talento, dotata di grande simpatia e intelligenza scenica che interpreta Teodolinda, Teo per gli amici, una donna in carriera stufa del genere maschile. La regia è affidata alla brillante e creativa Lina Wertmüller, le musiche dello spettacolo sono dell’indimenticato grande Giorgio Gaber.

Miseria e nobiltà al Ventidio Basso l’8 e 9 febbraio è uno spettacolo incisivo: si ride, ma soprattutto si ragiona in questa encomiabile edizione della celebre commedia di Eduardo Scarpetta che si colora di sfumature dark e atmosfere inattese diretta da Luciano Melchionna e interpretata da due empatici beniamini della scena come Lello Arena e Tonino Taiuti affiancati da un nutrito gruppo di attori.

Il 18 e 19 febbraio sono le note dei Queen a risuonare al Ventidio con il musical We Will Rock You. Lo spettacolo con i più grandi successi dello storico gruppo inglese è tra quelli più rappresentati al mondo ed è riproposto in un nuovo allestimento prodotto da Claudio Trotta per Barley Arts, rinnovato sotto ogni aspetto, che mantiene tutta la carica rock apprezzata da oltre 8 milioni di spettatori in 12 anni consecutivi di rappresentazioni.

La conclusione della stagione il 14 e 15 marzo è con Alle 5 da me una commedia esilarante di Pierre Chesnot che racconta dei disastrosi incontri sentimentali di un uomo e di una donna interpretati da Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero, diretti dal regista Stefano Artissunch. La pièce è una macchina del divertimento che conquista il pubblico, grazie anche alle straordinarie musiche della Banda Osiris e le straordinarie capacità attoriali dei protagonisti.

PROGRAMMA

Sabato 12 e domenica 13 ottobre ore 17:30
Teatro Ventidio Basso
Divina Commedia – Dall’inferno al paradiso

Una creazione di Emiliano Pellisari
coreografie Mariana Porceddu
musiche world, etnotech, classica
costumi Noemi Wolfsdorf
con sei danzatori-acrobati
produzione NoGravity Theatre

Martedì 22 e mercoledì  23 ottobre ore 20:30
Teatro Ventidio Basso
Un tram che si chiama desiderio

di Tennessee Williams
traduzione Masolino D’Amico
con Mariangela D’Abbraccio, Daniele Pecci
regia Pier Luigi Pizzi
produzione Gitiesse Artisti Riuniti
in coproduzione con Teatro Stabile Biondo di Palermo
e in collaborazione con AMAT & Comune di Pesaro

Mercoledì 13 e giovedì 14 novembre ore 20:30
Teatro Ventidio Basso
L’anima buona di Sezuan

di Bertolt Brecht
traduzione e adattamento Roberto Menin
interpretato e diretto da Monica Guerritore
con otto attori in via di definizione
scene Luciano Damiani
realizzate da Salvo Manciagli
aiuto-regia Antonello Capodici
produzione ABC Produzioni e La Contrada Teatro Stabile di Trieste

Sabato 7 e domenica 8 dicembre ore 17:30
Teatro Ventidio Basso
Falstaff e il suo servo

di Nicola Fano e Antonio Calenda
da William Shakespeare
regia Antonio Calenda
con Franco BranciaroliRoberto Herlitzka
e cast in via di definizione
produzione Centro Teatrale BrescianoTeatro de Gli IncamminatiTeatro Stabile d’Abruzzo.

Sabato 25 e domenica 26 gennaio ore 17:30
Teatro Ventidio Basso
A che servono gli uomini 

commedia di Jaja Fiastri
con Nancy Brilli
e con 4 attori in via di definizione
regia Lina Wertmüller
musiche Giorgio Gaber
produzione Primoatto Produzioni

Sabato 8 e domenica 9 febbraio ore 17:30
Teatro Ventidio Basso
Miseria e Nobiltà 

di Eduardo Scarpetta
adattamento a cura di Lello Arena e Luciano Melchionna
con Lello Arena
e con Maria BolignanoTonino TaiutiGiorgia Trasselli
Raffaele AusielloVeronica D’EliaMarika De ChiaraAndrea de Goyzueta
Alfonso DolgettaSara EspositoCarla FerraroSerena PisaFabio Rossi, Fabrizio Vona
regia Luciano Melchionna
ideazione scenica Luciano Melchionna
scene Roberto Crea
costumi Milla
musiche Stag
assistente alla regia Ciro Pauciullo
coproduzione Teatro Eliseo e Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro
con Tunnel Produzioni

Martedì 18 e mercoledì 19 febbraio ore 20:30
Teatro Ventidio Basso
We will rock you
The musical by
Queen and Ben Elton

musiche Queen
coreografie Gail Richardson
scenografia Colin Mayes
regia Michela Berlini
direzione artistica Valentina Ferrari
direzione musicale Riccardo Di Paola 
produzione Barley Arts

Sabato 14 e domenica 15 marzo ore 17:30
Teatro Ventidio Basso
Alle 5 da me

di Pierre Chesnot
con Gaia De Laurentiis, Ugo Dighero
regia Stefano Artissunch
musiche Banda Osiris
scene Matteo Soltanto
costumi Marco Nateri
luci Giorgio Morgese
produzione Synergie Arte Teatro
Festival Teatrale di Borgio Verezzi, ArtistiAssociati